0
Carrefour, UILTuCS: salvare l’occupazione e mantenere i salari

Nelle giornate del 27 e 28 gennaio i lavoratori di Carrefour Italia hanno scioperato e manifestato per protestare contro gli annunciati 500 esuberi e la chiusura di alcuni Ipermercati. L’astensione dal lavoro ha fatto registrare punte del 50% di adesione in molti Ipermercati.

Nelle maggiori città da Roma a Torino, da Milano a Genova sono state organizzati presidi di piazza per spiegare le motivazioni delle protesta anche ai consumatori. Proteste anche a Marcianise, Portogruaro, Imperia e in molti altri centri.

Nei prossimi giorni sono attese le decisioni aziendali sull’apertura delle procedura di mobilità. La Uiltucs considera sbagliate le scelte compiute dalla multinazionale in tema di politiche commerciali, ampliamento degli orari di apertura, terziarizzazione e utilizzo dei voucher.

Attesa anche una decisione aziendale sul contratto integrativo aziendale. La Uiltucs è disponibile a rinnovare il contratto, a discutere di flessibilità, produttività e redditività ma non a ridurre il salario, delle lavoratrici e dei lavoratori del gruppo.

Guarda le immagini dello sciopero dalla galleria Flickr.