0
CCNL Vigilanza privata: esito incontro sfera di applicazione

Si è svolto l’incontro per la definizione del rinnovo del CCNL, avente per oggetto la materia della sfera di applicazione.

Come convenuto, le organizzazioni sindacali hanno avanzato un testo nel quale – in coerenza con la piattaforma rivendicativa – si è individuato un unico ambito che racchiude le due attività principali: ciò che è assegnato al personale decretato in forza del D.M. 269/2010 e quanto rientra sempre nella funzione attinente la sicurezza, pur potendosi svolgere da parte di dipendenti non decretati.

In questo senso, sono state ricondotte anche altre attività che possono ricomprendersi laddove complementari a quelle di sicurezza e svolte in forza di contratti di appalto integrati.

Sono state in ogni caso escluse attività di bigliettazione e di gestione archivio. È stata inoltre presentata la parte riferita alla validità della contrattazione collettiva, basata essenzialmente sulle nuove regole attinenti la rappresentanza e la rappresentatività.

Questo testo dovrà essere integrato quando si sarà raggiunta un’intesa specifica sul tema, posto che si tratta di esaminare e raccordare quanto previsto dai diversi Protocolli Interconfederali.

Le Associazioni Datoriali hanno manifestato condivisione in via di principio sull’impostazione presentata, marcando però obiezioni rispetto alla definizione di un sistema di classificazione unica.

Si è per parte sindacale ribadito che, anche nel modello prospettato, saranno sicuramente considerati gli elementi di profonda distinzione professionale tra le suddette mansioni.

La questione non può però giustificare un eccesso di articolazione contrattuale che rischierebbe di far venir meno il principio di unicità del CCNL per la sicurezza.

Il confronto è aggiornato al 29 marzo alle ore 11,00 con all’ordine del giorno il sistema di relazioni sindacali e la bilateralità.