0
Esselunga: esito incontro di Bologna

Il 16 settembre a Bologna si è tenuto il previsto incontro nazionale di verifica tra Esselunga e le organizzazioni sindacali di categoria.

Di seguito i temi affrontati.

Lavoro domenicale ‐ sperimentazione

Le parti hanno teso a valorizzare che, a ormai 6 mesi dall’avvio della sperimentazione, il livello qualitativo delle relazioni sindacali di punto vendita è notevolmente migliorato come testimoniano i 27 accordi siglati su 30 confronti effettuati.

L’azienda mira a raggiungere l’obbiettivo di estendere la sperimentazione ad altri 43 negozi entro la fine dell’anno, di modo da avere un campione sufficientemente esaustivo da valutare in sede di monitoraggio finale.

La programmazione “forzata” ha inciso sulla definizione dei presidi per una percentuale del 3%. L’indice di rotazione delle presenze è stato fino ad oggi pari al 92%, a testimonianza che quasi tutti i dipendenti coinvolti hanno effettuato almeno una domenica procapite. I part time senza obbligo contrattuale di prestazione hanno concorso alle coperture per un 7%.

Esselunga ha sottolineato come permangano criticità in alcuni negozi ove si è resa disponibile ad intervenire per trovare soluzioni condivise con le RSU locali.

La strategia commerciale, da tempo e in più sedi dichiarata, di implementare il numero dei negozi aperti la domenica, conoscerà un ulteriore passaggio il 25 settembre, quando 6 negozi attualmente chiusi, apriranno la mattina, mentre 15 negozi attualmente aperti solo la mattina osserveranno un orario di apertura dalle 9 alle 20.

Estensione degli orari di apertura dei negozi

Esselunga riconferma la sperimentazione unilaterale avviata a giugno in 16 negozi estendendola ad ulteriori 16 negozi che, verranno definiti e comunicati nei prossimi giorni, fino a marzo 2016.

Alla base di questa decisione c’è la preoccupazione per un calo delle vendite ( pari a ‐1%), che dopo anni di segno positivo, l’azienda ha registrato alla prima settimana del mese in corso.

Abbiamo ribadito la nostra ferma contrarietà sul piano politico a questa iniziativa e invitato la direzione aziendale ad attivare adeguate sedi di confronto decentrato non solo sulla modularità, ma anche sulle ricadute in termini di disagio che tale scelta potrebbe comportare per i lavoratori  coinvolti, provando a definire, nel solco del contratto integrativo, soluzioni organizzative atte a salvaguardare un equa distribuzione dei carichi di lavoro e la conciliazione dei tempi.

Rete Commerciale

Entro fine anno verranno inaugurati 4 nuovi punti di vendita: Como Camerlata, Cusano Milanino, Roma Prenestina, Prato Galilei. Procede l’opera di riqualificazione dell’area di Ospitaletto destinata entro il 2020 a divenire un importante polo logistico.

Dal prossimo anno, in cui è prevista l’apertura di un nuovo negozio a Verona, l’allargamento della rete commerciale procederà in maniera più limitata.

Infine, sui rumors emersi dalla stampa nazionale in queste ultime settimane, che danno per prossima la vendita del gruppo, la direzione non si è espressa affermando di non essere in possesso di informazioni o comunicazioni in merito.

Esselunga si è comunque impegnata a informare le organizzazioni sindacali nazionali non appena si delineerà un quadro più chiaro e definito.

Comments are closed.