0
Geox, licenziamenti: mancato accordo

Il 12 aprile si è conclusa con un mancato accordo la fase sindacale della procedura attivata ex artt. 4 e 24, legge 223/91 da Geox Retail srl in data 3 marzo relativamente alla chiusura di 13 negozi.

L’azienda preliminarmente ha comunicato di aver provveduto a chiudere, come già previsto il punto vendita di Mestre CC Auchan in data 25 marzo e di aver ricollocato i quattro lavoratori del negozio presso altro punto vendita della medesima provincia, riducendo in questo modo l’esubero da 59 a 55 lavoratori.

La trattativa con l’azienda si è incentrata essenzialmente sulle richieste sindacali di prevedere un periodo di 12 mesi, per l’esercizio del diritto di precedenza dei lavoratori in corso di licenziamento per eventuali ricollocazioni su altri negozi della rete Geox Retail e sull’importo dell’incentivo a favore dei lavoratori che manifestassero la non opposizione al licenziamento ma escludendo i criteri di legge come elemento residuale.

La discussione ha però registrato, allo stato attuale, distanze incolmabili tra le reciproche posizioni su punti essenziali, determinando, quindi, un verbale di mancato accordo. Pertanto, le parti restano in attesa di convocazione da parte del Ministero del Lavoro per l’esperimento della fase amministrativa della procedura.

Foto: leoneretail.com