0
Lidl, esito confronto sul CIA

Si è tenuto a Bologna il 15 luglio 2016 l’incontro in plenaria con LIDL Italia, nell’ambito della trattativa per il rinnovo del contratto integrativo aziendale.

In apertura l’azienda ha evidenziato che, in un contesto di mercato commerciale in generale difficoltà (a maggio 2016 il consolidato è stato pari al ‐5%), la LIDL è in controtendenza e “tiene”; nel frattempo prosegue il suo piano di investimenti pluriennali, fatto di nuove aperture (Agrigento e Massa Lombarda le ultime, Peschiera la prossima) e ristrutturazioni, che comporta un aumento dell’occupazione.

Per quanto concerne il magazzino di Somaglia, in ristrutturazione, LIDL ha comunicato che, visto il buon andamento dei lavori, molto probabilmente riaprirà prima del previsto; tutte le persone lì occupate, oggi in parte trasferite e in parte in cassa integrazione, vi faranno rientro.

In relazione alla recente decisione aziendale di variare, ampliandoli, gli orari di apertura di molti negozi, LIDL ha dichiarato che è stata determinata dalla volontà di cogliere delle opportunità nel mercato in difficoltà; rispetto alle mancate comunicazioni preventive alle organizzazioni sindacali e ai rappresentanti dei lavoratori, oggetto di lettera di contestazione da parte delle segreterie nazionali, LIDL ha affermato di aver successivamente cercato di ripristinare i confronti territoriali e, facendo autocritica, di auspicare un migliore confronto per il futuro.

Su questo tema i sindacati hanno sollecitato l’impresa a effettuare e proseguire i confronti sulle problematiche determinate dalla modifica degli orari di apertura, sottolineando come l’episodio conferma la necessità, anche con il rinnovo dell’integrativo, di rafforzare le relazioni sindacali a livello territoriale.

In occasione della sottoscrizione del piano formativo, LIDL ha ribadito di credere ed investire nella formazione, come testimoniato dalle centinaia di migliaia di ore di formazione effettuate nel corso del 2016.

Rinnovo contratto integrativo aziendale

L’azienda ha sintetizzato quanto emerso nelle tre riunioni dei gruppi di lavoro sulle diverse tematiche della piattaforma, riepilogando quelle che sono, al momento, le principali risposte alla piattaforma presentata dalle organizzazioni sindacali.

Relazioni sindacali

Disponibilità a migliorare le relazioni sindacali a livello locale; previsione di istituire un confronto con le organizzazioni sindacali a livello di Direzioni Regionali; il confronto con le Direzioni Regionali non sostituisce, ma si aggiunge alla trama normale dei confronti territoriali.

Salute e sicurezza

LIDL conferma che si tratta di un tema importante da sviluppare; ridefinizione del numero degli RLS, aumentandoli rispetto al precedente accordo; formazione aggiuntiva e permessi aggiuntivi per RLS; tavolo tecnico su salute e sicurezza da rivitalizzare e rilanciare in termini qualitativi, anche prevedendo un contributo alle spese per il suo funzionamento a carico dell’impresa; aggiornamento documento stress lavoro correlato; rispetto alla videosorveglianza, disponibilità ad estendere alle filiali l’accordo quadro che è stato condiviso per i magazzini ( dove sono valorizzati le direttive del garante per la protezione dei dati personali e il ruolo dei rappresentanti sindacali sindacali).

Organizzazione del lavoro

Impegno a regolamentare il tema delle missioni in modo condiviso, tenendo comunque conto che il fenomeno ha caratteristiche diverse a seconda dei territori.

Premio di produttività

LIDL ha ribadito la propria indisponibilità a determinare un sistema premiante.

Welfare

Disponibilità aziendale a costruire un piano di welfare aziendale che abbia una platea di beneficiari la più ampia possibile, ovvero un welfare con possibili benefici per tutti; LIDL ha dichiarato di essere disponibile a costruire e condividere un welfare “che ha bisogno di un importante investimento da parte dell’azienda”.

Sul tema della parità dei diritti, l’azienda si è detta d’accordo e disponibile pertanto ad estenderli alle coppie dello stesso sesso (congedi e permessi e quanto potrà emergere in tema di welfare aziendale).

Disponibilità ad intervenire sulla disciplina della malattia, proteggendo i casi di malattia grave; sì a banca solidale dei permessi tra lavoratori.

Le segreterie sindacali nazionali hanno confermato il giudizio positivo circa il metodo di confronto finora seguito; i “cantieri” tematici del rinnovo del contratto aziendale sono stati aperti e hanno già determinato alcuni importanti avanzamenti.

Hanno ricordato alcuni punti emersi nel lavoro delle commissioni, che non erano stati riportati nella sintesi di parte aziendale e dato indicazioni sugli aspetti e sui temi che ancora necessitano approfondimento, confronto e sviluppo; allo stesso tempo hanno evidenziato quali dei temi della piattaforma non hanno ancora trovato risposta.

In chiusura, nel confermare il metodo di lavoro finora seguito, è stata programmata la prosecuzione del confronto prevedendo due riunioni di commissione per il 1 settembre e 12 settembre una riunione in plenaria il 17 ottobre prossimo, sempre a Bologna.

Comments are closed.