0
Limoni, mobilità: firmato l’accordo

Il 7 giugno si è conclusa, con la sottoscrizione di verbale di accordo, la fase amministrativa della procedura ex L. 223/91 per i 59 lavoratori della società LIMONI già occupati nei 24 punti vendita chiusi e il cui trattamento di integrazione salariale (CIGS) si è esaurito il 30.5.2016.

L’accordo, in linea con precedenti analoghe intese, prevede:

‐ il criterio della non opposizione in via prioritaria,

‐ l’applicazione dei criteri di legge, in via subordinata.

Fino alla data del 10 giugno 2016, nel caso di comunicazione di non opposizione al licenziamento, ai lavoratori interessati la Società riconoscerà un importo di 8.000 euro lordi, da erogarsi in due tranche, in aggiunta alle spettanze di fine rapporto e all’indennità di preavviso.

Questo comporta che nei prossimi giorni sarà necessario verificare la volontà dei pochi lavoratori, che ancora non hanno manifestato adesione all’esodo incentivato e comporta anche, che i licenziamenti con i criteri di legge potranno essere operativi solo dopo l’11 giugno prossimo.

La società ha confermato la necessità di ulteriori interventi di riduzione dei costi nei punti vendita aperti, ma non ci ha ancora fornito elementi complessivi di valutazione.

Rimangono ancora ulteriori temi che necessitano di definizione, quali la formazione professionale e la mobilità interna sui quali comunque, nei prossimi giorni andrà sollecitato il confronto.

Comments are closed.