0
Sindacati del Mediterraneo: firmato l’Accordo di Lampedusa

I sindacati dei paesi del Nord Africa, di Israele e della Palestina – con in testa la UIL a fare da promotore dell’iniziativa “Per un mare di pace e lavoro” -, insieme ai rappresentanti delle religioni cattolica, musulmana, ebrea e buddista si sono riuniti il 2 febbraio 2017 per la prima volta a Lampedusa per firmare un accordo storico.

Il documento rappresenta la richiesta alla Confederazione europea dei Sindacati di proporre all’Unione europea l’istituzione di un Fondo in cui tutti i Paesi membri facciano confluire risorse derivanti da forme di “solidarietà fiscale”, sul modello del cosiddetto “8 per mille” attuato in Italia, da destinare alla realizzazione di progetti idonei a creare lavoro in quelle zone prostrate dall’indigenza, dalla povertà e dalla guerra.

L’Unione europea dovrà farsi carico del coordinamento e della gestione di tale attività di sostegno alla crescita. È questo il cuore dell’intesa siglata con la quale i sindacati coinvolti chiedono, dunque, alle Istituzioni internazionali ed europee di affrontare con più coraggio e determinazione la questione immigrazione.

Scarica l’Accordo di Lampedusa.

Foto: uil.it

Comments are closed.