0
Starhotels, trasferimenti: esito incontro

Il giorno 8 luglio 2016 a Firenze è proseguito il confronto con Starhotels e Lilium Ristorazione Srl in ordine all’acquisizione a far data dal 1 luglio 2016 degli alberghi:

• Hotel Helvetia e Bristol Firenze

• Grand Hotel Continental Siena

• Hotel d’ Inghilterra Roma

• Hotel Villa Michelangelo Vicenza

di proprietà di TCL SPA, da parte della catena Starhotels, e alla successiva operazione di affitto del ramo Food and Beverage da Starhotels a Lilium Ristorazione Srl.

La prima parte dell’incontro è stato utile per verificare le condizioni economiche e normative derivanti dalla contrattazione nazionale e integrativa dei lavoratori coinvolti da questi passaggi.

L’analisi è stata resa più complicata dal fatto che il cedente (TCL) non ha fornito dettagli rispetto agli accordi collettivi applicati; fortunatamente le organizzazioni sindacali avevano compiuto autonomamente una ricognizione assieme alle strutture provinciali, che ha consentito loro di avere sufficienti dettagli per procedere alla armonizzazione dei trattamenti.

Ai lavoratori transitati dal 1 luglio 2016 a Starhotels, verrà applicato il contratto integrativo aziendale del gruppo acquirente e il CCNL della Industria Turistica.

I lavoratori che entro il 31 luglio 2016 passeranno alle dipendenze di Lilium Ristorazione continuerà a essere applicata la contrattazione integrativa territoriale/aziendale in essere fino all’eventuale definizione di un accordo collettivo aziendale nazionale.

Starhotels ha anche anticipato che, riguardo al futuro dei lavoratori attualmente occupati nell’amministrazione, oltre a ribadire la disponibilità al trasferimento nella sede di Firenze e al confronto territoriale, metterà a disposizione un incentivo all’esodo pari a 10 mensilità.

Si è infine affrontata la spinosa questione delle annunciate terziarizzazioni del servizio ai piani degli alberghi di Firenze e Siena. Assieme alle rappresentanze aziendali si è convenuto di dare seguito in questa sede alla procedura prevista dal CCNL industria turistica.

Ne è scaturita una intesa che introduce garanzie importanti e non scontate.

Nel passaggio all’appaltatore i lavoratori conserveranno le tutele ex articolo 18 legge 300/70. Il CCNL dell’Industria Turistica troverà piena applicazione per i lavoratori interessati e per le eventuali nuove assunzioni.

L’occupazione verrà salvaguardata in toto e il perimetro entro il quale effettuare trasferimenti sarà limitato alla sole “piazze” fiorentina e senese. Il confronto territoriale proseguirà comunque sulla organizzazione del lavoro.

Comments are closed.