1
Terziario, firmato il CCNL Confesercenti

Sottoscritto in data odierna, 12 luglio 2016, il rinnovo del CCNL Terziario Distribuzione e Servizi per il lavoratori aderenti da imprese associate a Confesercenti.

Con decorrenza gennaio 2015 e durata al 31 dicembre 2017, l’accordo prevede un aumento di 85,00 euro a regime al 4 livello.

È previsto un importo una tantum di 290,00 euro che saranno erogate in 4 quote. 80,00 euro nel gennaio 2017, 80,00 euro nel novembre 2017, 80,00 euro nell’aprile 2018 e 50,00 euro ad agosto 2018.

Il rinnovo definisce altresì norme di flessibilità dell’orario ordinario di lavoro e adegua l’istituto del rapporto di lavoro a tempo determinato con l’obbiettivo di stabilizzare i rapporti di lavoro.

Il rinnovo del contratto rappresenta un fatto importante per i lavoratori del terziario e centra l’obbiettivo di aumentare e allineare le retribuzioni dei lavoratori del settore, favorendo concorrenza leale tra imprese.

Dichiarazione di Brunetto Boco, segretario generale della UILTuCS: «Dopo una trattativa laboriosa, impegnativa e pesante con Confesercenti, esprimiamo da un lato la convinzione di avere fatto la cosa giusta nel firmare l’accordo di rinnovo contrattuale, nelle condizioni date, per garantire ai lavoratori del comparto un adeguamento salariale più che dovuto. Dall’altro lato, però, non possiamo non rammaricarci per l’atteggiamento recalcitrante e di immotivata chiusura della stessa Confesercenti per quello che riguarda il recupero retributivo completo per i lavoratori interessati rispetto al Contratto collettivo firmato tempo fa con Confcommercio. Solo il nostro senso di responsabilità, per evitare uno stallo dannoso per i lavoratori, e lo spirito unitario ci hanno determinato a firmare l’intesa. Sia ben chiaro, però, che il nostro punto di riferimento rimane il Contratto Confcommercio anche per quello che concerne gli altri rinnovi ancora aperti e sui quali è bene che le associazioni datoriali non si facciano la minima illusione».